Il segreto per un controllo palla perfetto è la coordinazione

PER GIOCARE BENE A CALCIO BISOGNA ESSERE COORDINATI

Proprio così, per diventare dei forti giocatori di calcio bisogna essere dotati di coordinazione motoria. Braccia, gambe e piedi devono lavorare in armonia per far sì che il controllo della palla e del movimento tecnico sia totale.

   

Ma partiamo dal principio..

 

Troppo spesso si abusa del termine coordinazione nel calcio, senza però avere chiaro quale sia il suo reale significato.

Definire la coordinazione nel calcio non è, infatti, affatto facile: essa si rifà a numerosi aspetti riguardanti il movimento.

Sicuramente, prendendo spunto dalla sua origine, possiamo affermare che la coordinazione nel calcio, e in generale in tutti gli sport, ha a che fare con l’ordine, e il controllo.

Dal vocabolario Treccani leggiamo che:

“la coordinazione, in fisiologia, rappresenta una particolare funzione del sistema nervoso centrale che, controllando la misura, la direzione e la successione dei singoli movimenti elementari, garantisce l’effetto utile dell’atto motorio complesso.”

Si intuisce quindi che la coordinazione nel calcio è ciò che, in relazione a spazio (misura e direzione) e tempo (successione), ci permette di controllare e ordinare il movimento.

Sfatiamo quindi subito un mito che lega la coordinazione con l’estetica: essere coordinati non vuol dire, infatti, sapersi muovere in maniera “pulita”.

Per farci capire: Giorgio Chiellini, Filippo Inzaghi, Peter Crouch sono giocatori estremamente coordinati, eppure i loro movimenti in relazione all’attrezzo non sono di certo dei più “aggraziati”.

Quindi la coordinazione nel calcio è estremamente importante! Come rimarca il programma di allenamento per calciatori SoccerPro che dà alla coordinazione l'importanza che merita e include nelle schede di allenamento diversi esercizi per allenarla.

IL CONTROLLO PALLA

Sapersi muovere in relazione alle numerosissime variabili in campo con la palla fra i piedi rappresenta uno sforzo per il nostro cervello da non sottovalutare.

Allenare la coordinazione nel calcio aiuta quindi i nostri giocatori a migliorare la propria tecnica, la sensibilità della caviglia, la frequenza degli appoggi e la conseguente maggiore efficacia nei cambi di direzione e nella rapidità di reazione.

LA “SCALETTA”

La Speed Ladder (chiamata più comunemente “scaletta”) è un ottimo strumento di lavoro che utilizzato costantemente aiuta nel tempo a migliorare:

  • la coordinazione motoria
  • la rapidità globale
  • la velocità degli arti inferiori

Inoltre sviluppa positivamente le seguenti capacità coordinative

  • la capacità di combinazione
  • la capacità di equilibrio dinamico
  • la capacità di ritmizzazione

Muoversi all’interno di spazi prefissati effettuando gesti complessi e rispettando determinate sequenze ritmiche obbliga l’atleta ad esercitare un controllo sui propri movimenti limitando di fatto la sua velocità massimale. In effetti, proprio l’elevata componente coordinativa determinata dalla ripetizione di schemi di movimento, caratteristica degli esercizi effettuati con la scaletta, non consente all’atleta di raggiungere i livelli di rapidità che si ottengono invece nell’esecuzione del singolo gesto calcistico o in movimenti privi di costrizioni e limitazioni spaziali.

In pratica, mano a mano che il calciatore acquisisce maggior controllo nella sequenza dei passi, aumenta anche la sua velocità esecutiva.

 

 

Leggi anche

🔎 Le diagonali nel calcio, cosa sono e a cosa servono?

🔎 Asta Fantacalcio, tipologie di Fantallenatori

🔎 Il calcio di ieri contro quello di oggi: la sua evoluzione sotto diversi aspetti

🔎 Come si diventa calciatori professionisti in Italia?

 


Condividi questo post


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati